Frammenti d’Italia al Minneapolis Sculpture Garden

Sep 12, 2018 131

Dopo lavori di ristrutturazione e ammodernamento, il Minneapolis Sculpture Garden è stato riaperto lo scorso anno completando l’integrazione del Giardino con il campus del Walker Art Center. Si tratta di uno dei musei più rinomati per l’arte contemporanea negli Stati Uniti, e si caratterizza per la sua interdisciplinarità, comprendendo sia le arti visive che performative.

Tra le novità del nuovo Sculpture Garden ci sono lavori che già occupano un posto nell’immaginario della città, come il gigantesco gallo blu, Hahn/Cock dell’artista tedesca Katharina Fritsch. Per contro, sono usciti lavori di artisti italiani, come Giacomo Manzù, Marino Marini e Mario Mertz, che erano presenze familiari nel Giardino.

Si può ancora trovare l’Italia nel rinnovato Sculpture Garden del Walker Art Center? È questo il tema del tour organizzato da Lorella Angelini che porterà ad osservare e a parlare di 8 sculture, per la maggior parte nuove, introdotte quindi con la riapertura del Giardino, e collegate tra loro da temi diversi, ma tutte con un filo, a volte diretto, a volte più sottile, con l’Italia.

L’appuntamento è per domenica 23 settembre dalle 14,30 alle 16,00 con raduno nell’atrio principale del Walker Art Center sulla Vineland.

The tour sarà condotto esclusivamente in Italiano. La partecipazione richiede un livello linguistico madrelingua o advanced.

Dopo il tour, la conversazione continua con Lorella e tutti gli interessati al ristorante Esker Grove del Walker.

Lorella Angelini è parte del gruppo delle Guide del Walker Art Center dal 2003. Ha iniziato la sua attività di guida pochi anni dopo il suo arrivo a Minneapolis da Milano, dove ha seguito un percorso di carriera nel marketing in ambiente di società multinazionali. Lorella è un ingegnere civile, laureata all’Università Politecnica delle Marche e specializzata in marketing all’Università Bocconi di Milano. Grande appassionata d’arte, specialmente di arte contemporanea, Lorella coltiva la sua conoscenza attraverso la collaborazione con istituzioni come il Walker Art Center e il Weisman Museum of Art.

REGISTRATI QUI

SOURCE: The Italian Cultural Center of Minneapolis

You may be interested