La vendetta di Dan, l’angelo custode di Barack Obama

Sep 23, 2013 806

Eccolo mentre tiene aperta la portiera della "bestia", la limousine presidenziale. Completo grigio scuro a righine che veste un corpo atletico, capelli imbrillantinati, piccoli occhiali da sole avvolgenti, sguardo concentrato. "Copre" Barack Obama che, con aria assorta, entra nell'immensa Cadillac blindata. Un'altra foto: Obama tra la folla, in maniche di camicia e cravatta, e al suo fianco l'angelo custode in abito scuro, senza cravatta, l'aria rilassata.


Un'altra immagine: il presidente si toglie la giacca, spicca la cravatta rossa sulla camicia bianca, mentre entra nella limo nera, e intorno a lui un grappolo di guardie del corpo, tra le quali una che vigila con lo sguardo rivolto verso l'alto. È ancora lui, Daniel Bongino, newyorkese, 38 anni, dodici dei quali trascorsi nell'Us Secret Service, cinque, dal 2006 al 2011, nel corpo di élite della Presidential Protection Division, prima con il presidente George W. Bush, poi con il presidente Obama. Italo-americano, carnagione scura, tanto che, con intenti non proprio simpatici c'è chi l'ha definito "black" per poi scusarsi con lui per l'errore "etnico", non ha niente in comune con il presidente nero.

Read more

Source: http://www.europaquotidiano.it

You may be interested