La Rete degli archivi sonori di musiche di tradizione orale apre il 13 marzo alla Biblioteca nazionale di Roma

Mar 13, 2019 268

Ci sono le ricerche sui carnevali campani di Roberto De Simone e le registrazioni salentine di Giovanna Marini, le raccolte storiche come quella di Elvira Nobilio e le rilevazioni abruzzesi di Marco Müller: uno sterminato patrimonio di suoni, canti e narrazioni sta per essere restituito a una fruizione pubblica, sottratto all'oblio e ospitato in un luogo rappresentativo della cultura nazionale.

E' quanto avverrà il 13 marzo alle 10 alla Biblioteca nazionale centrale di Roma con l’inaugurazione della Rete degli archivi sonori di musiche di tradizione orale. Promosso dall’associazione culturale Altrosud, il progetto ha comportato anni di lavoro nell’intento di costituire una rete di archivi sonori che, su base regionale, potesse restituire alle comunità locali documenti particolarmente significativi delle proprie tradizioni musicali.

Read more

SOURCE: https://www.ilmessaggero.it

You may be interested