L’economia elegante: quanto pesa il design

Oct 09, 2019 119

BY: Alessandra Quattordio

Innalzare la qualità della vita attraverso l’uso di oggetti adatti allo scopo per il quale sono progettati e, nel contempo, riceverne gratificazioni estetiche sembra oggi un concetto obsoleto, ma sicuramente non lo era cent’anni fa quando il Bauhaus iniziò ad applicare tali principi alla produzione industriale.

Ci ha ricordato l’importanza delle idee scaturite nella prima metà del secolo scorso nell’ambito del design internazionale una mostra significativa chiusasi nel giugno scorso al MoMA di New York, «The Value of Good Design». Non si tratta di un titolo come altri coniati per esposizioni di sicura attrattiva, corrisponde in realtà al nome di un vero movimento di idee, il «Good Design», scaturito dalla mente di personalità come Charles and Ray Eames, László Moholy-Nagy o Hans Wegner, tutte volte a conferire agli arredi i caratteri della funzionalità, conciliando bellezza e produzione. 

Read more

SOURCE: https://www.corriere.it

You may be interested