AATI, per far crescere gli insegnanti d’italiano all’estero

May 27, 2016 608

By Filomena Fuduli Sorrentino


Era il 1999 quando decisi di intraprendere la professione di docente e insegnante di italiano nelle scuole pubbliche di New York. Allora non conoscevo i requisiti per ottenere l'abilitazione dallo Stato, perciò dovetti iscrivermi a molte classi per sapere come e quando fare domanda per essere abilitata all'insegnamento.

Ricordo che durante il primo semestre alla NYU, uno dei professori ci assegnò una visita all'Associazione Americana degli Insegnanti: AATI per chi si specializzava in italiano, AATF per docenti di francese, AATSP per quelli di spagnolo, AATG per chi voleva insegnare il tedesco, AATJ per quelli di giapponese, e via di seguito. Il compito era di partecipare ai workshop, scrivere un rapporto e presentarlo in classe, raccontando cosa avevamo imparato e, in seguito, iscriversi all'organizzazione.

Read more

Fonte: La Voce di New York

You may be interested