L’albero di New York e il suo sconosciuto papà della Val di Comino

Dec 23, 2016 326

Cesidio Perruzza, italiano e immigrato, se ne sta in piedi in un cantiere edile, una specie di cratere spalancato sotto il cielo dicembrino. È la Vigilia di Natale, anche se l'anno è il 1931 e, in un anno così, sono in pochi a potere festeggiare.

Ma Perruzza e i suoi compagni, una cinquantina di operai, sono andati a Midtown Manhattan per ritirare la paga della settimana e sono ben contenti di avere lavorato. In cuor loro ringraziano un signore che di cognome fa Rockfeller. È per lui che hanno trivellato la terra, preparando il terreno per il gigante di acciaio che sarà costruito da altri.

Read more

Source: http://visitvaldicomino.it/

You may be interested