La carriera all'estero spiegata in un libro

Feb 28, 2020 171

É in uscita ad aprile "I Messaggeri dell'Abruzzo nel Mondo" — personaggi che vivono nella rubrica domenicale di Dom Serafini su "Il Messaggero".  Se voleste sapere chi sono i piú importanti personaggi originari dall'Abruzzo e attualmente all'estero, questo libro fa per voi. E non solo per curiositá, infatti ciascuno dei 100 personaggi che compaiono in questo primo volume rappresenta un utile, possibile contatto a livello professionale.

Vi sono rappresentate quasi tutte le professioni: avvocati, cuochi, finanzieri, industriali, ingegneri, medici, professori, ricercatori, ristoratori, agenti, artigiani, artisti, scienziati...  A livello personale, il libro é un ottimo modo di utilizzare l'esperienza altrui come fonte di ispirazione per il proprio futuro, sia in Italia che all'estero. Ed é un "estero" che va dalla "A" (di Abu Dhabi) alla "Z" (di Zelanda).

Ma anche a livello ricreativo il libro offre molto, é divertente, scorrevole, istruttivo ed anche fantasioso, se si pensa all'immaginazione, intraprendenza, tenacia e perseveranza di questi nostri corregionali che hanno raggiunto tanto successo all'estero.

Un successo che, spesso negato in Italia, li ha visti parte della cosiddetta "fuga di cervelli", che altro non é che un termine moderno per indicare "l'emigrazione" di un tempo. Il libro si presta quindi ad essere anche un'idea regalo per i parenti e gli amici dei personaggi trattati.

Questo é il terzo libro che Serafini ha scritto sull'Abruzzo ed é edito dalla casa editrice "Il Viandante". La prefazione é di Giovanni Sgardi della redazione di "Il Messaggero" di Pescara. Il volume é reperibile nelle librerie al costo di 16,50euro in Italia e, all'estero, su Amazon nei formati stampa e e-book.

I 100 personaggi del primo volume sono stati selezionati dagli oltre 1.000 che Serafini ha presentato nel corso di 20 anni sempre nelle pagine de "Il Messaggero", anche grazie alla collaborazione del giornalista pescarese Generoso D'Agnese, esperto di emigrazione. 

SOURCE: Dom Serafini

You may be interested