"Vivere alla Ponti": gli arredi del grande designer in mostra all'IIC di New York

May 24, 2013 738

"Vivere alla Ponti. Esperimenti di vita domestica e architetture per l'abitare e il lavoro" è il titolo della mostra dedicata al grande architetto e designer Gio Ponti che sarà ospitata da giovedì 16 a venerdì 31 maggio nella sede dell'Istituto Italiano di Cultura di New York.

La mostra, realizzata in collaborazione e con il sostegno di Molteni&C., presenta una collezione di mobili e una serie di lettere, fotografie di famiglia e video che testimoniano la modernità di un protagonista del design del XX secolo. Gio Ponti, architetto e designer, fondatore delle riviste Domus e Stile, ideatore del Premio Compasso d'Oro, scrittore e docente del Politecnico di Milano, Medaglia d'Oro dell'Accademia di Architettura di Francia.

Dopo Milano, Roma, Venezia, Londra e Parigi, arrivano anche a New York gli arredi disegnati da Gio Ponti tra il 1935 (sedia per il primo Palazzo Montecatini) e gli anni '50 (libreria, cassettone, tavolino, cornici e tappeto per Casa Ponti in via Dezza a Milano, 1956-57).

Per la tappa americana, la mostra "Vivere alla Ponti" si arricchisce di una sezione dedicata ai progetti realizzati da Ponti negli Stati Uniti: gli uffici Alitalia di New York del 1958, l'Auditorium Time Life Building sempre a New York (1959), il Denver Art Museum (1971), la mostra di arredi italiani in tour negli Usa tra il 1950 e il '53 MUSA, mobili per M. Singer&sons degli anni '50, mobili e pareti organizzate per Altamira (1953).

L'inaugurazione della mostra sarà preceduta da un incontro con il direttore dell'Istituto Italiano di cultura, Riccardo Viale, con i due curatori della mostra, Francesca Molteni e Franco Raggi, vice-presidente dell'Ordine degli Architetti di Milano, con Massimo Vignelli, designer e fondatore di Vignelli Associates, e con Marianne Lamonaca, curatrice e vice-direttore del Bard Graduate Center.

Fonte: AISE

You may be interested