Biochimica del cervello. Uno studio italo-americano svela i segreti della paura

May 15, 2013 1290

Il cervello è sicuramente uno degli organi più complessi e affascinanti del corpo umano. E probabilmente, anche uno dei meno compresi. Oggi uno studio che ha visto la collaborazione italiana ha svelato un altro pezzetto dei meccanismi che regolano il sistema nervoso, quello che riguarda la biochimica della mente umana nel caso si provi paura. Uno studio che ha riguardato due molecole, la D-serina e la glicina – implicate nell'attivazione dei recettori NMDA e quindi in una serie di funzioni fondamentali del cervello, tra le quali l'apprendimento, la memoria e il controllo dell'attività motoria – ha infatti in particolare analizzato il loro ruolo nella gestione di questa emozione.

Argomento tanto importante da esser valso alla Harvard Medical School di Belmont (Boston) e al laboratorio di Post-genomica funzionale ed ingegneria proteica del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita dell'Università dell'Insubria sede di Varese, la pubblicazione su Nature Communication.

You may be interested