Università di Pisa, intesa con il Mit di Boston

Feb 09, 2013 1094

Università di Pisa, intesa con il Mit di Boston
E' il primo ateneo italiano siglare un accordo per la ricerca.

Progetti di ricerca comuni, borse di studio e scambi per studenti e ricercatori, circolazione di idee e conoscenza: così, con un accordo siglato il 28 gennaio, l'università di Pisa e il Massachusetts institute of technology di Boston hanno unito le forze per dare un impulso comune alla ricerca.
PRIMO ACCORDO COL MIT. Pisa è diventato il primo ateneo generalista italiano a firmare un'intesa di
collaborazione con il Mit, universalmente riconosciuto ai vertici mondiali tra le università di ricerca.

COINVOLTE TUTTE LE AREE SCIENTIFICHE.
La convenzione, di durata triennale, dovrebbe riguardare tutte le aree scientifiche con priorità ai settori energia, Ict e Scienze della vita, che fanno diretto riferimento a tre dei distretti tecnologici toscani, e fa parte del Mit-Italy program, il programma che ha lo scopo di creare per studenti e docenti opportunità di collaborazione con istituzioni italiane di eccellenza.

«INVESTIMENTO IN SETTORI STRATEGICI». «In una fase in cui il sistema universitario italiano soffre per i
ripetuti tagli del finanziamento pubblico», ha spiegato il rettore Massimo Augello, «l'ateneo pisano continua nella sua scelta di investire risorse nei settori strategici. L'accordo con il Mit prevede da parte nostra un significativo stanziamento iniziale, che sarà destinato soprattutto a supportare la ricerca e i giovani ricercatori. Ma questa collaborazione è anche un esempio di come abbiamo voluto impostare e realizzare la
nostra politica di internazionalizzazione».

Il co-direttore del Mit Italy program, Serenella Sferza, ha invece sottolineato che la «cooperazione con l'università di Pisa è importante anche per i suoi forti legami con il tessuto imprenditoriale locale oltre che per la solida reputazione internazionale dell'ateneo in diversi dei settori di interesse del Mit».

You may be interested