Il vino italiano primo nel mercato americano: l'analisi Confeuro

Feb 05, 2013 693

"Abbiamo un vino di qualità, buono e non troppo costoso, con una buona promozione e una buona immagine specie negli Usa". È quanto sottolinea oggi il Presidente della Confeuro, Rocco Tiso, ricordando che "gli Stati Uniti sono un mercato fondamentale per il successo di un'azienda vinicola, soprattutto se "dop" o "igp", oltre all'enorme mercato rappresentato dall'Asia e dalla Cina".

Annunciando che per il 2013 "è previsto un valore record per le esportazioni di vino, ben 5 miliardi di euro", Tiso esprime "soddisfazione perché in un momento così difficile, di grande crisi e in cui non sappiamo quale sarà il prossimo governo e con quali credenziali potrà governare, possiamo davvero affermare che nel comparto vitivinicolo siamo i primi al mondo".

"Siamo davvero contenti" conclude Tiso "e possiamo affermare che la luce in fondo al tunnel si intravede e che i segnali per poter sperare in una ripresa dell'agroalimentare ci sono, e vengono da oltreoceano"

Fonte: AISE

You may be interested