Successo per la settimana del vino trentino a New York: protagonisti Made in Italy e associazionismo

May 17, 2013 1783

Bilancio positivo per il Programma "Trentino. Taste of Dolomites" che dal 6 al 12 maggio scorsi ha visto nove aziende vitivinicole trentine partecipare a New York ad un ricco programma di eventi, incontri business to business, seminari degustazione e azioni di promozione presso alcuni templi della ristorazione italiana nella Grande Mela.

Il programma di promozione commerciale è stato portato avanti da 9 aziende trentine coordinate dal Consorzio Vini del Trentino e supportate da Trentino Sviluppo-Divisione Turismo e promozione, dal Dipartimento per l'Internazionalizzazione della Provincia autonoma di Trento e da Unione Italiana Vini: insieme hanno realizzato un'intera settimana a New York per promuovere i propri prodotti e quindi inserirsi nella forte ripresa in atto nei consumi del settore agroalimentare registrata nell'ultimo semestre nel mercato americano.

Una notevole presenza di pubblico specializzato (circa 250 tra distributori, buyer, ristoratori e giornalisti di settore) ha contraddistinto l'evento principale svoltosi il 9 maggio presso l'Astor Centre.

L'evento, inaugurato dal Vice Console Generale d'Italia a New York, Lucia Pasqualini, e dal Direttore della Rete Stati Uniti dell'Agenzia per il commercio Estero, Pierpaolo Celeste, ha fornito l'occasione agli operatori newyorkesi di degustare i prodotti e avviare contatti diretti con i produttori trentini presenti e si è concluso con un seminario guidato da Lesile Sbrocco, famosa wine speaker per la TV americana e autrice del libro "Wine for Women", nel quale i veri protagonisti sono stati i produttori che hanno parlato delle proprie realtà produttive e dei vini offerti in degustazione, suscitando forte interesse nei giornalisti ed esperti presenti.

Per quattro giorni consecutivi le aziende trentine hanno avuto l'opportunità di presentarsi e promuovere i propri prodotti presso 12 ristoranti tra i più blasonati e frequentati della Grande Mela. Tra di essi il famosissimo "Sirio", lanciato da Sirio Maccioni oltre 20 anni fa, e "Le Cirque", punto di riferimento per i gourmant newyorkesi amanti della cucina italiana.

Il binomio vino-turismo è stato al centro della conferenza organizzata da Trentino Sviluppo - Turismo e Promozione - in collaborazione con Enit presso il Rockfeller Center: ai lavori erano presenti giornalisti e operatori turistici americani che hanno avuto modo di conoscere l'offerta turistica trentina con particolare focus sulle Dolomiti. L'appuntamento si è concluso con una degustazione dei vini trentini.

Particolare rilievo assume, infine, la collaborazione avviata con l'Associazione Trentini nel Mondo che ha consentito di chiudere la settimana promozionale con una cena organizzata presso un famoso ristorante newyorkese, gestito da uno chef di origine trentina, alla quale hanno partecipato ristoratori, sommelier e addetti ai lavori del mondo del vino, molti dei quali originari trentini o collegati al circolo di New York dei Trentini nel mondo.

L'iniziativa di New York è parte di un progetto promozionale più ampio (che si avvale dei finanziamenti OCM Vino) e che vede ben 13 aziende vitivinicole trentine aderire con propri fondi al programma "Wine and Mountains - Trentino. Taste of Dolomiti" volto a rafforzare le vendite dei vini trentini nei mercati russo, svizzero e statunitense, valorizzandone la comune appartenenza territoriale e la forza distintiva della viticoltura di montagna.

Fonte: AISE

You may be interested