Così è nata Jellyfish, la serra galleggiante italiana che non consuma suolo, acqua ed energia (e come cambia il futuro dell’agricoltura)

Aug 30, 2015 455

Ci sono notizie che fa sempre piacere leggere. Come quella che in una competizione internazionale bandita dalle Nazioni Unite, alla quale hanno partecipato centocinquanta progetti da trenta paesi del mondo, tra i cinque premiati ci sono quattro italiani (e un progetto indiano). I vincitori si sono distinti, si legge nelle motivazioni, per "originalità, innovazione tecnologica, sostenibilità e concretezza dei progetti". Non so voi, ma a me leggendo cose come queste si gonfia il petto di patrio orgoglio. Le proposte arrivavano da centri di ricerca, startup e aziende e riguardavano cruciali settori di interesse strategico in agricoltura.

In generale, fa sempre un certo effetto sentir parlare di agricoltura nel 2015, come se la terra e i suoi prodotti non ci riguardassero più, come se le stampanti 3D potessero un giorno stamparci anche i pomodori e le mele. Quasi che le nuove tecnologie ci avessero affrancato dalla dipendenza dalle piante, che ci sono invece necessarie per sopravvivere sul pianeta. Al contrario.

Read more

Source: http://www.chefuturo.it/

You may be interested