Creazione di Startup e internazionalizzazione: il forum di Italian Business & Investment Initiative alla Bocconi

Nov 28, 2012 1342

"Creazione di start up e internazionalizzazione: i casi di successo e le opportunità concrete": questo il titolo del forum organizzato da Italian Business & Investment Initiative che si terrà all'Università Bocconi questo pomeriggio alle 18 nell'Aula Magna di via Gobbi.

Protagonisti dell'incontro saranno casi di successo a livello internazionale come Fulbright Best, Innogest, Italian Business & Investment Initiative, Mind the Bridge, Mind the Seed.

Nel corso dell'incontro sarà presentato anche "Italian Business & Investment Initiative Youth": un vero e proprio ramo di Italian Business & Investment Initiative nato per creare una Venture Community che permette ai membri (studenti, ricercatori, startupper, giovani professionisti) di stabilire un contatto diretto con il mondo delle startup e dei venture capital.

L'incontro si aprirà con i saluti di benvenuto e lancio "Italian Business & Investment Initiative Youth a cui prenderanno parte il presidente di Italian Business & Investment Initiative Youth Marco Credendino, il consigliere d'amministrazione dell'Università Bocconi Antonio Aloisi ed il Console Generale degli Stati Uniti a Milano Kyle R. Scott. Seguiranno le due tavole rotonde moderate dal Direttore di Panorama Giorgio Mulè.

Alla prima "Start up e crescita, ecosistema Start up in Italia" prenderanno parte il componente del Steering Committee del Fulbright BEST Elizabeth Robinson, il presidente ed amministratore delegato di Italian Business & Investment Initiative e consigliere d'amministrazione di ENEL S.p.A. Fernando Napolitano, il direttore generale di Innogest Capital Claudio Giuliano edil direttore finanziario di Enel Luigi Ferraris.

Seguirà il secondo panel "L'Italia dopo la crisi", il ruolo delle istituzioni" a cui prenderanno parte il Presidente del CNR Luigi Nicolais, il docente di General Management all' Università Bocconi Francesco Perrini, il fondatore di dpixel Franco Gonella ed il Consigliere del Ministro per lo Sviluppo Economico Alessandro Fusacchia.

E non è un caso che l'iniziativa veda protagonista uno dei pionieri italiani sull'internazionalizzazione delle start up, Fernando Napolitano, infatti, in meno di tre anni ha fatto diventare Italian Business & Investment Initiative un caso di studio a livello internazionale per la capacità di far incontrare il meglio delle aziende high tech italiane (anche start up) con gli investitori Usa coinvolgendo in prima persona i vertici di grandi aziende Italiane come Alitalia, Enel, Eni, Intesa, Mediaset, Generali e Wind che hanno visto in questo programma la possibilità di creare e acquisire innovazione per i propri business.

"In Bocconi- dichiara Napolitano - si discute di futuro oggi però già disponibile infatti presenteremo i risultati. IB&II con i suoi partner vuole essere un punto di riferimento che vuole stigmatizzare l'importanza dell'internazionalizzazione in particolare verso gli Sa per combinare le forze e le caratteristiche di ciascun mercato: l'Italia ha tecnologie e talenti, gli Usa mercato e strumenti finanziari per consentire exit strategy di grande soddisfazione per gli investitori. Ed anche per questo con iniziative come "Italian Business & Investment Initiative Youth"vogliamo portare l'innovation value chain in Italia al fine di diffondere un modello di "rivoluzione imprenditoriale" e di avviare il necessario cambiamento di mindset della nuova generazione italiana".

Fonte: www.aise.it

You may be interested