Possibile collaborazione tra Italia e Usa sulla riconversione degli edifici

Jan 31, 2013 1064

Italia più avanti degli Usa sul versante della sostenibilità: perlomeno a giudicare da alcune eccellenze come il Caab, il Centro agro-alimentare di Bologna che, con i suoi 100mila metri quadrati di superficie fotovoltaica, "impressiona per la determinazione e la portata degli investimenti realizzati in pochi mesi nel settore energetico delle rinnovabili. E quel che più impressiona è l'approccio olistico al problema della sostenibilità, una formula che ha portato il Caab persino più avanti degli Stati Uniti sotto certi aspetti e, soprattutto sul versante del recupero del cibo che andrebbe sprecato", commenta il senatore Harris Mc Dowell, consulente di Barack Obama sulle rinnovabili, in visita al Caab.
"Su questo fronte - aggiunge Mc Dowell - abbiamo molto da imparare negli Stati Uniti, e ho anticipato al presidente Andrea Segrè che vorremmo collaborare con Bologna intorno a questi aspetti". La proposta prevede di importare in Italia un progetto sviluppato nel Delaware, quello della Sustainable Energy Utility, una vera e propria municipalizzata per l'energia sostenibile che punta al risparmio di energia per coprire i costi di riconversione degli edifici senza farli gravare sui cittadini. Un progetto, spiega il senatore Mc Dowell, che prevede l'emissione di obbligazioni che ricoprono completamente il costo del rinnovo e adattamento degli edfici.
"Finora nel Delaware sono state collocate obbligazioni per 73 milioni di dollari e a livello nazionale si parla di raccogliere 45 miliardi di dollari a sostegno della rinconversione energetica degli edifici senza un dollaro di tasse per i cittadini". E intanto, a Bologna si studia logistica sostenibile, come sottolinea Andrea Segrè: "l'energia rinnovabile istallata sui tetti del Caab servirà ad attivare anche la cosiddetta logistica sostenibile dell'ultimo miglio: cioè l'orto-frutta del Caab dovrà raggiungere il centro della citta con i mezzi elettrici in modo da abbattere l'inquinamento del centro di Bologna, anche quello acustico".
Ma non è tutto: fra Bologna e il Delaware dovrebbe concretizzarsi in breve tempo un accordo commerciale legato all'esportazione di ortofrutta italiana nel Porto di Wilmington, situato nel Delaware sull'estuario dell'omonimo fiume, il più importante degli Usa per l'importazione di frutta fresca. "La buona notizia - spiega il senatore Mc Dowell - è che sarà possibile svolgere direttamente nel Porto di Wilmington le procedure fitosanitarie che finora impedivano alle mele e alle pere italiane di sbarcare negli Usa. I prossimi giorni le delegazioni tecniche si metteranno al lavoro per predisporre il memorando degli adempimenti da prevedere per una veloce attivazione di questo nuovo corridoio commerciale".
Il Caab Bologna è oggi impostato sulla sostenibilità come elemento cardine di sviluppo nella visione Spreco Zero (riduzione degli sprechi di cibo, acqua, energia, rifiuti, mobilità, comunicazione e aumento dell'efficienza e del risparmio). In questi mesi si è dotato di un impianto fotovoltaico con circa 35mila pannelli fotovoltaici per una superficie di 100mila metri quadrati di superficie fotovoltaica (pari a 15 campi di calcio) che produrranno energia per 11.300.000 KWh.
Ne deriva una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 5.250 tonnelate equivalenti l'anno (710 volte il percorso della circonferenza terreste effettuato da un'auto diesel di media cilindrata). Tutte le strutture presenti al Caab sono quindi già completamente autosufficienti dal punto di vista energetico e sono a disposizione ulteriori 7,3 milioni di KWh per le strutture dell'area e soprattutto per alimentare veicoli elettrici per il trasporto di merci nell'ambito del progetto di mobilità metropolitana.

You may be interested